lunedì 24 giugno 2013

Ballo di Gruppo: come si ottiene un buon risultato?

Iscriversi a un corso di ballo, in qualsiasi disciplina, è una scelta.

Nessuno ce lo impone. 

Da qui è implicito che il nostro interesse è quello di "imparare" a ballare, con tutto ciò che questo contesto comprende, cioè:
Imparare le dinamiche di un movimento e fare esercizio finchè tale movimento diventa naturale.


Imparare a riconoscere la prima battuta di una misura musicale.
Imparare a riconoscere la partenza della coreografia sul brano musicale.
Imparare a far cascare i passi perfettamente a tempo.
Ricordare la sequenza delle figure.
Acquisire grazia, disinvoltura, precisione, velocità, morbidezza, eleganza, sicurezza.

Tutte queste cose sono necessarie e si possono ottenere a patto che ci si impegni costantemente fino a raggiungere il risultato auspicato. Non solo! è necessario, tutte le volte che si balla,  aver cura di fare sempre bene!
Questo vale sia per le discipline che prevedono un partner, sia per i balli individuali, ossia il Ballo di Gruppo o Coreographic Team.

E' importante entrare nell'ordine di idee che imparare a ballare, significa concentrazione e movimento.
Non si impara senza faticare, e sopratutto non si impara, prendendo sottogamba quanto detto sopra, pena una pessima figura in pista, e il rischio, se sbagliare è una costante, di venire isolati dal resto del gruppo, che giustamente, dopo aver lavorato a una coreografia,  ci tiene a esibirla nel miglior modo possibile.

Spesso sentiamo dire: "eh vabbè! io devo divertirmi non devo mica fare i campionati mondiali!" 
E' vero, ma che divertimento c'è a ballar male e fare brutte figure, quando addirittura non diamo fastidio o rischiamo di far cadere qualcuno? 

Nessun commento:

Posta un commento